Fondazione Milano
Pubblica amministrazione

Manifestazione di Interesse per l’appalto 27/2020 Affidamento dei lavori ai fini dell’ottenimento del Certificato di Prevenzione Incendi per la sede di Via Salasco 4 – Scuola di Teatro Paolo Grassi - Milano, suddiviso in lotti.

Oggetto: Manifestazione di Interesse per l’appalto 27/2020 Affidamento dei lavori ai fini dell’ottenimento del Certificato di Prevenzione Incendi per la sede di Via Salasco 4 – Scuola di Teatro Paolo Grassi - Milano, suddiviso in lotti.
Tipo di fornitura:
  • Lavori
Tipologia di gara: Manifestazione di Interesse
Modalità di espletamento della gara: Telematica
CIG: -
Stato: Conclusa
Centro di costo: Area Gestionale
Data pubblicazione: 03 aprile 2020 12:15:00
Termine ultimo per la presentazione di quesiti: 29 aprile 2020 18:00:00
Data scadenza: 04 maggio 2020 18:00:00
Documentazione gara:
Documentazione richiesta:
  • Domanda di partecipazione
  • Eventuali documenti integrativi

Risposte alle domande più frequenti (FAQs)

FAQ n. 1

Domanda:

 La presente per richiedere se è possibile presentare manifestazione d' interesse per più lotti. 

Risposta:

Buingiorno, si, si può presentare la manifestazione d'interesse per ogni lotto di cui si dispone delle qualifiche richieste. Anche tutti se se ne hanno i requisiti.

FAQ n. 2

Domanda:

Buongiorno, si trasmettono i seguenti quesiti. - Prego specificare cosa bisogna indicare nella tabella della "Dichiarazione volume d'affari"; - Si prega di chiarire se la "Dichiarazione referenze contratti" è da presentare anche se il richiedente è in possesso di relativa certificazione SOA; - Si prega di chiarire se le "Dichiarazioni sostitutive" devono essere presentate da tutti i componenti del CDA;

Risposta:

 Essendo la certificazione Soa equiparata alla certificazione di dichiarazione del volume d’affari e buon esito contratti, tra l’altro certificata da un ente esterno, i concorrenti che sono in possesso di tale certificazione, non devono dichiarare né il volume d’affari né il buon esito di contratti. Si dovrà allegare copia della certificazione SOA in possesso.

Dal D.Lgs 50/2016 e smi le Dichiarazioni sostitutive devono essere presentate, a nome di tutti, dal legale rappresentante o da un amminstratore pro tempore.

FAQ n. 3

Domanda:

Buongiorno, è possibile ricevere indicazione sulla suddivisione degli importi dei vari lotti? Abbiamo intenzione di presentare istanza di manifestazione per tutti lotti... è possibile? 

Risposta:

Buongiorno, le cifre per i lotti saranno fornite al momento della pubblicazione della gara. Si può partecipare a tutti i lotti di cui si sia in possesso dei requisiti richiesti. 

FAQ n. 4

Domanda:

Quando verranno svolti i lavori?

Risposta:

I lavori dovranno essere eseguiti nel mese di agosto, durante la chiusura della Scuola.

FAQ n. 5

Domanda:

Buongiorno, la nostra ditta è in possesso di certificazione SOA: chiediamo se gli allegati 4 - 5 e 6 siano da redigere in ogni caso. Ringraziando anticipatamente, porgiamo distinti saluti. 

Risposta:

essendo la certificazione Soa equiparata alla certificazione di dichiarazione del volume d’affari e buon esito contratti, tra l’altro certificata da un ente esterno, i concorrenti che sono in possesso di tale certificazione, non devono dichiarare né il volume d’affari né il buon esito di contratti. Si dovrà allegare copia della certificazione SOA in possesso. Quindi non servono glia allegati 7 e 8. Gli allegati 4 (dich. camera di commercio)- 5- 6 (Art.80) devono in ogni caso essere compilati. 

FAQ n. 6

Domanda:

è possibile presentare domanda di partecipazione per i lotti 2 (cat.OS28) e 3 (cat.OS30) essendo in possesso della certificazione SOA per la cat.OG11?

Risposta:

 In tema di qualificazione SOA ai fini degli appalti pubblici continua ad applicarsi il D.P.R. 5-10-2010 n. 207 - Regolamento di esecuzione ed attuazione del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, recante «Codice dei contratti pubblici (Vecchio Codice) anche dopo l’entrata in vigore del Nuovo Codice D.Lgs. 18 aprile 2016, n. 50 e in virtù della norma transitoria ex art. 216 comma 14. L’art. 79 Regol citato al comma 16 prevede che “L'impresa qualificata nella categoria OG 11 può eseguire i lavori in ciascuna delle categorie OS 3, OS 28 e OS 30 per la classifica corrispondente a quella posseduta”. ANAC e la giurisprudenza amministrativa hanno sempre costantemente affermato il “principio dell’assorbenza” e della “sostituibilità” della Cat. OG11 posseduta dall’operatore economico a ciascuna delle Cat. OS 3, OS 28 e OS 30 di cui è composta, anche distintamente considerate e per l’intera classe di valore della Cat. OG 11 posseduta. E ciò proprio in virtù della declaratoria dell’OG11 (che riguarda l’esecuzione delle lavorazioni di OS3, OS28 e OS30 in modo coordinato e interconnesso funzionalmente, lavorazioni non eseguibili separatamente) e della circostanza che chi possiede la OG11 sa eseguire in modo coordinato e interconnesso le lavorazioni di OS3, OS28 e OS30 e, quindi, a maggior ragione può eseguire le lavorazioni in modo separato e distinto e non coordinato; viceversa, l’impresa qualificata in OS3, OS28 e OS30 non dimostra sol perché in possesso delle tre qualficazionini di saper eseguire tali lavorazioni in modo coordinato e interconnesso funzionalmente. In altri termini, OS3 + OS28 + OS30 non è uguale a OG11. L’art. 79, comma 16, d.p.r. 207/2010 è norma regolamentare cogente ed immediatamente applicabile alle procedure avviate dopo la sua entrata in vigore, che è destinata a prevalere sui bandi di gara eventualmente difformi e che codifica dell’assorbimento delle categorie speciali in quella generale OG11, attribuendo in via generale agli operatori economici qualificati nella categoria OG11 l’abilitazione ad eseguire le lavorazioni specialistiche delle categorie OS3, OS28 e OS30.

Pertanto l'impresa in possesso della OG11 può partecipare anche ai Lotti 2 (cat.OS28) e 3 (cat. OS30)